Cambia Lingua

itenfrdeptes
Le_candide_di_VoltaireTOP.jpgAntoni_Clave_Top_1983.jpgStrazza_top.jpgMulas_Top.jpg

MIG - Facebook

Indice articoli

La presenza degli artisti, quest'anno più assidua rispetto al passato, ha dato una spinta in più al Museo, alla Biblioteca e alla Stamperia. Ai primi di luglio 2014 è stato dato il via al nuovo progetto Residenza d’Artista: ospite del MIG è stato nuovamente Roberto Almagno che, insieme alle sue quattro assistenti, ha scelto per cinque giorni Sella del Titolo come luogo di ricerca (le liane dei boschi del Pollino), meditazione e lavoro, in vista della sua mostra londinese dal titolo Wood, ancora aperta nella Rosenfiel Gallery. Ad ottobre, in occasione della X Giornata del Contemporaneo AMACI e della II Giornata delle Famiglie al Museo F@MU, tenutesi rispettivamente nei giorni 11 e 12 ottobre 2014, l'artista leccese Salvatore Sava ha dato vita, in Piazza Civiltà Contadina, all' installazione – performance dal titolo L'albero di Castronuovo con il canto delle cicale di metà ottobre e alla interessante attività didattica, condotta con le famiglie del paese, Sassi che diventano insetti. Per concludere, dal 24 al 29 novembre 2014, in occasione della Settimana della Grafica, circa 200 alunni provenienti dalle scuole di primo grado di Castelsaraceno, Castronuovo Sant'Andrea, San Martino d'Agri e San Chirico Raparo, sono stati coinvolti da Edo Janich in un'istruttiva attività didattica, svolta nell'Atelier “Guido Strazza e incentrata sulla sperimentazione pratica della tecnica della xilografia.

La Biblioteca “Alessandro Appella” è invece stata al centro di due altrettanti importanti appuntamenti. Il 30 maggio, a conclusione della Settimana della Cultura, si è tenuta la prima edizione di Grandi opere letterarie illustrate da grandi artisti contemporanei, che ha visto come protagonisti i Promessi Sposi di Alessandro Manzoni, illustrati dall’artista Alberto Sughi, e gli studenti del Liceo Scientifico di Sant’Arcangelo accorsi al MIG per partecipare al seminario di approfondimento sul grande romanzo. Il 21 giugno, invece, si è dato il via alla rassegna “Letti di Notte. La notte bianca del libro e della letteratura nel solstizio d’estate”, un'iniziativa pensata per tutti gli appassionati della lettura che ha celebrato l’arrivo dell’estate con una notte ricca di momenti interamente dedicati ai libri.

Tra le attività svolte nel corso dell'anno, non poteva mancare il Cineforum. Il 28 gennaio 2014, in occasione della Giornata della Memoria, si è tenuta la proiezione di un documentario sul significato e la storia della Shoah, realizzato dagli studenti e i docenti dell’Istituto Agrario di Sant’Arcangelo. Per la Festa della Donna, il film Frida, dedicato alla rivoluzionaria pittrice messicana Frida Khalo, tratto dall’omonimo libro di Hayden Herrera, ha scandito le ore della serata e ha dato il via al dibattito tra i numerosi presenti. Ultimo appuntamento in programma nell'ambito delle attività di cineforum è stato, il 14 agosto 2014, la proiezione della pellicola originale de Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini, restaurata in occasione del Cinquantesimo anniversario del film e della grande mostra in corso a Matera a Palazzo Lanfranchi e al MUSMA. Ospite d’eccezione della serata, è stata Marta Ragazzino, Soprintendente ai Beni Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Orari dei Musei

Orario Museo
Giorno Orario
Martedì - Domenica  17:00 - 20:00
Aperture straordinarie e visite guidate per
gruppi e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
 
Giorno Orario
Martedì - Domenica 17,30 - 20,30 (ultimo ingresso 19,00)
Aperture straordinarie e visite guidate 
per gruppi (minimo 5 persone)
e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
Per maggiori informazioni, costi e per prenotare
le visite guidate contattare 
la segreteria al numero 0973-835014 
o scrivere a mig-biblioteca@libero.it

O

R

A

R

I

 

D

E

I

 

M

U

S

E

I

2013 - 2017 By Gennaro Chiorazzo with Pino Di Sario