Cambia Lingua

itenfrdeptes
Strazza_top.jpgAntoni_Clave_Top_1983.jpgLe_candide_di_VoltaireTOP.jpgMulas_Top.jpg

MIG - Facebook

Indice articoli

Lunedì 16 dicembre 2013, alle ore 18.00, nelle sale della Biblioteca Comunale di San Brancato di Sant’Arcangelo, si inaugura, cogliendo l’occasione dell’anniversario dei dieci anni dalla sua scomparsa, il Presepe drammatico dell’artista lucano Giacinto Cerone.

Nato a Melfi nel 1957, lo scultore si forma a Roma sotto la guida di Pericle Fazzini e Umberto Mastroianni. Nel 1979, terminati gli studi, vive tra Roma e la Lucania, dove ha aperto già due studi di cui il primo a Melfi ed il secondo a Sant’Arcangelo, paese d’origine della moglie Elena Cavallo. Negli anni '80 si trasferisce definitivamente nella Capitale, dove frequenta lo Studio Internazionale d'Arte Grafica l'Arco. Qui ha modo di incontrare Carlo Belli, Fausto Melotti, Pietro Consagra, Leonardo Sinisgalli, Albino Pierro, Giulo Turcato, José Ortega, Eliseo Mattiacci e il suo maestro Fazzini. Prematuramente scomparso nel 2004, Giacinto Cerone ha segnato, con esiti di grande originalità e autonomia, tutta la cultura romana, dominata da grandi interpreti come Kounellis e De Dominicis. Alla produzione giovanile, vicina ai modi del maestro Fazzini e caratterizzata da opere in cui materia e atmosfera si compenetrano, segue, negli anni della maturità, un'arte intima e spirituale, che vede nel Presepe Drammatico del 1996 un momento di rottura formale con il passato. Nel suo presepe, Cerone cancella tutti gli schemi logici e i tanti appigli scenici che riempiono il presepio tradizionale. I personaggi, maschere sghignazzanti con l’impronta della condanna sulla schiena, sono rappresentati avvolti, schiacciati o ruotanti attorno al grande serpente, sulla cui testa campeggiano il Bambino, la Madonna e San Giuseppe. Il ritmo dell’evento è scandito da un complesso sviluppo di stati d’animo, come il senso di angoscia che traspare dal gruppo solitario dei Re Magi, proni nella loro offerta davanti al grande serpente.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Orari dei Musei

Orario Museo
Giorno Orario
Martedì - Domenica  17:00 - 20:00
Aperture straordinarie e visite guidate per
gruppi e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
 
Giorno Orario
Martedì - Domenica 17,30 - 20,30 (ultimo ingresso 19,00)
Aperture straordinarie e visite guidate 
per gruppi (minimo 5 persone)
e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
Per maggiori informazioni, costi e per prenotare
le visite guidate contattare 
la segreteria al numero 0973-835014 
o scrivere a mig-biblioteca@libero.it

O

R

A

R

I

 

D

E

I

 

M

U

S

E

I

2013 - 2017 By Gennaro Chiorazzo with Pino Di Sario