Cambia Lingua

itenfrdeptes
Bissier.jpgBram Van Velde.jpgVillon.jpgChagall.jpgHayter.jpgMathieu.jpg1M3A2882.jpgMatta.jpgAlberto Magnelli.jpgPignon.jpg

Indice articoli

IL PRESEPE DISCHIUSO DI BRUNO CONTE

2007, legno, Ø metri 3

Ogni elemento del presepe si dischiude per consentire l’affaccio di parte dei personaggi che si preparano a ruotare intorno al Redentore, alla magia cristallina di tre pagine di un libro trapassato dalla luce e spalancato a raggiera verso tutti gli orizzonti.

Ogni foglio di questi libri, quasi a voler suggerire la sconosciuta o dimenticata ricchezza dei suoi contenuti, non distende solo sagome di personaggi in tensione, non fa emergere dagli angoli fianchi di figure gelate nell’annuncio dell’evento, non ritaglia unicamente gesti contratti tra le pieghe delle pareti. Come negli internari della fine degli anni settanta, costruiti a forma di libri  la cui scrittura era formata da altri libri, Conte in ogni pagina apre finestre dalle quali si affacciano Maria, Giuseppe, il bue e l’asino, l’ala di un angelo o i rami di un albero, la cometa come mano che sorge, un volto, una nube, le genti,  il pastore, il gregge,  i Re Magi, il Mistero nube.

L’OMBRA EMETTE LUCE

Si trasfonde l’evento

l’ombra emette luce

aurora corale

in ogni luogo sorge

nel chiuso di ogni cielo

simultaneo acceso

il bambino

Si può chiedere al bambino

di farci entrare nella moltitudine

accendere in ognuno

la sensazione di tutti

corpo esteso alle genti

nella stringente notte universale

e tra buio e buio

riconoscere una mano e l’altra

mani grigie

dalla lontana pressante marea

trovando silenzio

per ascoltare anche le onde del muro

così da ritrarsi

dal fare male

a se stessi

Bruno Conte

Bruno Conte era nato a Roma nel 1939. Qui è scomparso nel 2021. Aveva cominciato ad esporre nel 1955, alla VII Quadriennale. Sarà presente anche all’VIII nel 1960. Intanto, nel 1956, aveva esposto alla XXVIII Biennale di Venezia. Negli stessi anni elabora immagini con testi poetici. Numerose le mostre personali e collettive in Italia (Firenze, Roma, Milano, Bologna, Macerata, Ferrara, Genova, Urbino, Parma, Termoli, Livorno, Savona, Napoli, Rovereto Torino, ) e all’estero (Basilea, Vienna, Osaka, Parigi, New York, Chicago, Colonia, Barcellona, Ginevra, Londra, Madrid, Berna, Perth, San Paolo del Brasile, Santa Monica, Istanbul). Nel 2018 la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di  Roma lo ha celebrato con una antologica. Numerose anche le pubblicazioni letterarie, dai Racconti della serie O, del 1969, ai Racconti altri, del 2019. Le sue opere sono incluse nelle collezioni di tutto il mondo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Orari dei Musei

Orario Museo
Giorno Orario
Martedì - Domenica  17:00 - 20:00
Aperture straordinarie e visite guidate per
gruppi e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
 
Giorno Orario
Martedì - Domenica 17,30 - 20,30 (ultimo ingresso 19,00)
Aperture straordinarie e visite guidate 
per gruppi (minimo 5 persone)
e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
Per maggiori informazioni, costi e per prenotare
le visite guidate contattare 
la segreteria al numero 0973-835014 
o scrivere a mig-biblioteca@libero.it

O

R

A

R

I

 

D

E

I

 

M

U

S

E

I

2013 - 2022 By Gennaro Chiorazzo with Pino Di Sario