Cambia Lingua

itenfrdeptes
Alberto Magnelli.jpgMathieu.jpgPignon.jpgBissier.jpg1M3A2882.jpgHayter.jpgBram Van Velde.jpgVillon.jpgChagall.jpgMatta.jpg

Al MIG di Castronuovo Sant’Andrea

La presentazione di un romanzo d’arte e d’amore, accompagnata dal flauto di Annachiara Aiello Blasi

 

Sabato 2 aprile 2022, alle ore 11.00, nelle sale del MIG. Museo Internazionale della Grafica – Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”, Nino Tricarico presenta il suo romanzo La straniera nemica, pubblicato da IOD edizioni nel 2021.

Nel risvolto editoriale una chiara sintesi del nuovo impegno di Tricarico, ma sempre all’interno della vitalità della pittura che guida la narrazione attraverso un linguaggio espressivo tutto luci e colori: “Alla stazione Porta Nuova di Torino, scese dal treno la ragazza dalla camicetta gialla, era frastornata, impacciata. Pareva non sapesse cosa fare e dove andare. L’aveva dimenticata. Fu la visita al Museo d’Arte Moderna di Düsseldorf, fu l’opera di Kirchner, Ritratto di Graf, che fece riaffiorare prepotente l’immagine di lei.

Fu il giorno in cui lei si recò al Teatro Garibaldi di Settimo Torinese che si trovò accanto il professore di flauto del Conservatorio Musicale Verdi. Un musicista raffinato, esigente per sé e per gli altri. Nacque un amore solido, passionale, erotico e giocoso, vissuto con emozione perpetua, vitalità rinnovata. Sarà la natura, l’arte, l’amicizia, la religione a restituire nuovo valore di libertà alla vita? Rincorrere ideali, immaginare utopie per non perdere la speranza? Il professore di flauto iniziò un percorso catartico del dolore attraverso la musica e l’arte figurativa, visitando i musei delle città d’arte: Venezia, Roma, Urbino, Arezzo, Firenze”.

La riflessione sui sentimenti si intreccia, di pagina in pagina, con le riflessioni sulla bellezza che, tra le opere di Jean Dubuffet in mostra per il centenario di Lorenza Trucchi, verranno analizzate insieme al gruppo degli “Amici del MIG” (Mario Appella, Rosa Borneo, Severina Di Pierro), insegnanti e studenti. A tal proposito, un aiuto ci viene dalla recensione che Giorgio Patrizi (ordinario di Letteratura Italiana presso l'Università del Molise, dal 2019 direttore della rivista "Immagine e parola" per l'editore Serra di Pisa) ha dedicato al libro (“La chiave d’accesso alla narrazione è proprio qui, nella dialettica fondamentale - dichiarata e raccontata - tra l’anima e le forme estetiche, il sentimento e la cultura, in una catturante miscela tra racconto delle vicende private individuali e storia dell’arte. Le dinamiche dei sentimenti sono seguite con l’atteggiamento complesso che sempre scaturisce dalla contemplazione rapita del capolavoro”) e dalle musiche per flauto che, in relazione con il protagonista del romanzo, Annachiara Aiello Blasi suonerà nel corso della mattinata.

NOTIZIE BIOGRAFICHE

Nino Tricarico, nato a Potenza nel 1938, si trasferisce a Napoli per seguire gli studi di Chimica. Contemporaneamente frequenta la cerchia di artisti: Renato Barisani, Armando De Stefano e Domenico Spinosa. A Napoli matura un’idea di arte che rompe da un lato con la tradizione della scuola di Posillipo, dall’altro con la pittura lucana che si ispira a Carlo Levi. La sua pittura si attesta fra naturalismo astratto e astrattismo lirico. Torna in Basilicata per stabilirsi a Potenza. definitivamente. Aide Cuozzo scrive: Tricarico è fra i primi artisti della sua generazione che spezza la tradizione dell’emigrazione intellettuale lucana. La scelta di vivere in una realtà artisticamente marginale non gli impedisce tuttavia di esporre in Italia e nel mondo: New York, Germania, Svizzera, Olanda, Francia, Grecia, né di stabilire relazioni e collaborazioni con artisti, scrittori e intellettuali italiani e stranieri. A partire dagli anni Ottanta, insieme a Gerardo di Fiore, Errico Ruotolo, Massimo Bignardi e altri, fonda il gruppo del Nuovo Lirismo italiano. La sua opera continua a svolgersi in più direzioni: installazioni multimediali, dipinti, oggetti scultorei, assemblaggi di materiali diversi. L’happening Agorà 2000. Infinite soluzioni del futuro, svoltosi nella piazza Kléber di Strasburgo nel 1999; la complessa installazione architettonica La Porta del Silenzio, sculture e dipinti a sfondo religioso in occasione del Giubileo del 2000; la performance pittorico-musicale eseguita nel 2003 presso la Terza Università di Roma sono la testimonianza di una costante necessità di adeguare la forma all’evoluzione del tempo. La pittura non è mai abbandonata. Lo attestano le numerose mostre degli ultimi anni: a Matera, dal titolo Infinito bianco presso il Museo d’Arte contemporanea di Palazzo Lanfranchi nel 2009; a Napoli, Sulla soglia dell’astrazione. Opere scelte, organizzata dal Comune nella sala Carlo V del Maschio Angioino nel 2014; Limen et Lumen nella Galleria Civica di Palazzo Loffredo a Potenza nel 2014; Nei margini del Lirismo Astratto, al museo FRAC di Baronissi (SA) nel 2015. È stato invitato alla 54ª Biennale di Venezia.

Annachiara Aiello Blasi, nata a Lagonegro, comincia giovanissima lo studio del flauto sotto la guida del Maestro Anna Garante presso il conservatorio Gesualdo da Venosa di Potenza. Prosegue gli studi sotto la guida del Maestro Sacha De Ritis. Vince il primo premio assoluto all’ottava edizione del concorso internazionale di esecuzione musicale “Città di Penne”, nell’edizione successiva vince il primo premio sezione fiati. Partecipa, inoltre, al concorso “Prodigi della musica per 4 stagioni” di Termoli, ottenendo il primo premio. Ha effettuato masterclass con Magalie Mosnier (1º flauto Orchestre Philarmonique de Radio France), Dante Milozzi (1º flauto Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai) e Sacha De Ritis, presso le più importanti istituzioni e accademie italiane ed estere. Collabora come primo flauto con diverse formazioni da camera e orchestrali. È attualmente iscritta al corso di triennio di flauto presso il Conservatorio N. Piccinni di Bari

POLO MUSEALE DI CASTRONUOVO SANT’ANDREA (PZ)
MIG Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”
Atelier “Guido Strazza” per la Calcografia
Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”
Museo della Vita e delle Opere di Sant'Andrea Avellino
Palazzo dell’Antico Municipio, Chiesa di San Filippo, Rione Manca, Piazza Guglielmo Marconi 3
85030 Castronuovo Sant’Andrea (PZ), Tel. 0973. 835014
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito: www.mig-biblioteca.it Facebook https://www.facebook.com/MIGbiblioteca?fref=ts

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Orari dei Musei

Orario Museo
Giorno Orario
Martedì - Domenica  17:00 - 20:00
Aperture straordinarie e visite guidate per
gruppi e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
 
Giorno Orario
Martedì - Domenica 17,30 - 20,30 (ultimo ingresso 19,00)
Aperture straordinarie e visite guidate 
per gruppi (minimo 5 persone)
e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
Per maggiori informazioni, costi e per prenotare
le visite guidate contattare 
la segreteria al numero 0973-835014 
o scrivere a mig-biblioteca@libero.it

O

R

A

R

I

 

D

E

I

 

M

U

S

E

I

2013 - 2022 By Gennaro Chiorazzo with Pino Di Sario