Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo 2017

Categoria: La Didattica
Pubblicato Venerdì, 06 Ottobre 2017 17:36
Scritto da Super User
Visite: 551

Le incisioni di Jorg Neitzert
che rilegge Luca Pacioli
 

Domenica 8 ottobre 2017, dalle ore 17.00 alle ore 20.00, il MIG. Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale “Alessandro Appella” - Atelier “Guido Strazza” - Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller” - Museo della Vita e delle Opere di Sant'Andrea Avellino, aderiscono alla quarta edizione di F@MU, Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, iniziativa promossa in tutta Italia dalla Kids Art Tourism.

Si tratta di un giorno in cui poter visitare i musei in modo speciale, in occasione del quale le istituzioni si apriranno ai più piccoli e alle loro famiglie con originali attività didattiche e giochi a tema. Il museo, luogo magico e sempre più interattivo, si farà spazio dove vivere fervidi momenti di creatività, in grado di permettere ai visitatori di ritrovarsi insieme per godere dell'arte, scoprire il territorio, imparare divertendosi e crescere nel confronto con gli altri. Il Polo museale di Castronuovo, sempre sensibile alle esigenze dei suoi piccoli visitatori, si proporrà in una veste nuova, ovvero come “museo formato famiglia”, riservando a genitori e figli visite guidate ludico-didattiche alle mostre in corso nei suoi spazi: l’antologica di Bram Van Velde e, in un percorso espositivo che coinvolge anche i presidi culturali del sistema ACAMM (Aliano, Castronuovo Sant'Andrea, Moliterno e Montemurro), le opere grafiche di Giulia Napoleone. Per l'occasione, inoltre, verrà allestita una mostra delle incisioni di Jorg Neitzert (Berlino, 1942) che rileggono Luca Pacioli (Borgo Sansepolcro, 1445 circa – Roma, 1517) religioso, matematico ed economista italiano, autore della Summa de Arithmetica, Geometria, Proportioni e Proportionalità e della Divina Proportione, ritratto, fra i tanti, in un famosissimo ed enigmatico dipinto conservato nella pinacoteca del Museo di Capodimonte di Napoli e attribuito al pittore rinascimentale Jacobo de' Barbari, nel quale l'insigne matematico, amico di Piero della Francesca e di Leonardo Da Vinci, viene raffigurato mentre sta dando dimostrazione dell'ottava proposizione dal libro XIII di Euclide. Una riproduzione del famoso dipinto e le incisioni di Neitzert, verranno allestite sotto gli archi medievali della strada che porta alla Cappella di San Filippo Neri, dallo scorso agosto sede del Museo della Vita e delle Opere di Sant'Andrea Avellino, ricco di opere d’arte, libri, documenti e reliquie che compongono il racconto del grande santo teatino nativo di Castronuovo. Le incisioni di Neitzert sono il trionfo delle cinque forme fondamentali: il cubo, la sfera, la piramide, il cono e il cilindro. La realtà fisica di tali forme non ci appare sempre in modo diretto, anche se matematicamente sono presenti. Le forme si rincorrono l’un l’altra, si ripercuotono, fissano uno spazio totale di matematica perfezione che mira ad un alfabeto del costruire, ad un sistema logico, complesso e coerente, e sulla scia di Pacioli, carico di concetti. Ai bambini e alle loro famiglie sarà chiesto di immaginare e realizzare, insieme, un personalissimo disegno partendo dalle riflessioni suscitate dalla visita guidata all'allestimento.


 

Notizie biografiche

Jorg Neitzert è nato a Berlino nel 1942. Dal 1960 al 1965 ha studiato con il pittore bavarese W. G. Mazon e dal 1966 al 1971, a Parigi, prima con Friedlaender e poi alla Belle Arti. Ha tenuto mostre personali in gallerie prestigiose di tutto il mondo: New York, Parigi, Madrid, Berlino, Monaco, Liegi, Ginevra., senza trascurare l’Italia dove ha avuto contatti frequenti con Roma, Milano, Firenze, Trieste, Matera, Cosenza, Macerata, Pisa, Taranto, Celano, ecc. Le sue opere sono conservate in molti musei attenti alle ricerche grafiche contemporanee, non ultima la Biblioteca Nazionale di Roma.