Cambia Lingua

Italian English French German Portuguese Spanish

Il sito MIG usa cookies tecnici propri e/o di terzi per facilitare la navigazione o fornire un servizio all'utente.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookies.

Approvo
Top_Acamm.jpgTop_mig.jpgTop_MIG_manca.jpg

INNAMORATI DELL'ARTE


INNAMORATI DELL'ARTE 
Nelle sale del Museo, l'amore raccontato dalla Grafica, 
la Fotografia, il Cinema e la Musica e i Presepi 

Sabato 14 febbraio 2015, festa degli Innamorati, a partire dalle ore 18.00, in Castronuovo S.A., il MIG. Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”- “Atelier Guido Strazza” e il Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”, per celebrare l'appuntamento, regalano a tutti gli innamorati un week end di arte e cultura.

Nelle cinque sale del MIG andrà in scena l'Amore: non è infatti l'amore un'arte? Sentimento principe che nei secoli ha guidato la mano dei più grandi artisti, verrà raccontato agli innamorati, a grandi linee, con intersezioni e sovrapposizioni, in una grande mostra che si compone delle più belle scene cinematografiche, gli scatti di autori senza tempo, accompagnate da leggendarie composizioni musicali da fruire in coppia. Non ultima, ma centrale in questo percorso “appassionato”, la mostra che, come Museo Internazionale della Grafica, ospiterà opere inedite della storia della grafica europea e, insieme all’antologica di Lucio Del Pezzo, le due recentissime e non casuali immagini di Carlo Lorenzetti. L'artista romano, dal primo gennaio Presidente dell'Accademia Nazionale di San Luca, ha realizzato per il MIG due opere, al centro delle quali si trova il romantico e a tratti realistico duo d'amore: emerge un amore del tutto slegato dal possesso, come un'incessante ricerca esistenziale, uno stato di grazia dello spirito che trova in se stesso il proprio appagamento e finisce con l'abbracciare il mondo intero. Si può dire che per Lorenzetti, come per Platone, “l'amore cerca di far uno ciò che è due”.

Ad affiancare questa agile performance antologica saranno le visite guidate ai 150 presepi del Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller, lungo un percorso esclusivamente riservato alle coppie di innamorati, alla stessa stregua di un piccolo 'viaggio per due' tra le ammalianti stradine mozzafiato del rione più antico di Castronuovo Sant'Andrea. Dunque: luoghi d'arte trasformati in romantici rifugi per coloro che vorranno sublimare i loro sentimenti attraverso un viaggio nella cultura. Anche perché la cultura... fa bene all'amore!

MIG Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”
Palazzo dell’Antico Municipio, Piazza Guglielmo Marconi 3,
85030 Castronuovo Sant’Andrea (PZ) Tel. 0973. 835014
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ,
sito www.mig-biblioteca.it,
Facebook MIG.Museo-Internazionale-della-Grafica

 *****************

Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”
Rione Manca 85030 Castronuovo Sant’Andrea (PZ)
Tel. 0973. 835014 (ore 17-20) nelle altre ore funzionerà una segreteria telefonica
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Facebook Museo-Internazionale-del-Presepio-Vanni-Scheiwiller

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Orari dei Musei

Orario Museo
Giorno Orario
Martedì - Domenica  17:00 - 20:00
Aperture straordinarie e visite guidate per
gruppi e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
 
Giorno Orario
Martedì - Domenica 17,30 - 20,30 (ultimo ingresso 19,00)
Aperture straordinarie e visite guidate 
per gruppi (minimo 5 persone)
e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
Per maggiori informazioni, costi e per prenotare
le visite guidate contattare 
la segreteria al numero 0973-835014 
o scrivere a mig-biblioteca@libero.it

O

R

A

R

I

 

D

E

I

 

M

U

S

E

I

2013 - 2017 By Gennaro Chiorazzo with Pino Di Sario