Cambia Lingua

Italian English French German Portuguese Spanish

Il sito MIG usa cookies tecnici propri e/o di terzi per facilitare la navigazione o fornire un servizio all'utente.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookies.

Approvo
Top_Acamm.jpgTop_mig.jpgTop_MIG_manca.jpg

Le mostre del MIG

L’OPERA GRAFICA DEL GRUPPO CoBrA
dal 1948 al 1976

 

Sabato 9 dicembre 2017, alle ore 18.30 a Castronuovo Sant’Andrea, nelle sale del MIG Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale “Alessandro Appella” - Atelier “Guido Strazza”, si inaugura la mostra antologica dell’opera grafica del Gruppo CoBrA (1948 – 1976), che continua il lavoro di informazione iniziato il 20 agosto 2011 con la storia della grafica europea e proseguito con le personali di Degas, Renoir, Bonnard, Matisse, Bernard, Mirò, Dufy, Picasso, Calder, Ben Shann, Secessione di Berlino, Pechstein, Zadkine, Marcoussis, Assadour, Henri Goetz, Gentilini, Strazza, Accardi, Ciarrocchi, Consagra, Melotti, Maccari, Anselmo Bucci, Perilli, Raphaël, Del Pezzo, Mascherini, Bartolini, Marino, Azuma, Guarienti, Richter, Viviani, Arp, Viani, l’ “Omaggio a Breton” che ripercorreva la storia del Surrealismo, Fazzini, Max Bill, Sol LeWitt e Bram Van Velde.

La mostra, a cura di Giuseppe Appella, accoglie 80 opere grafiche, datate 1948-1976 degli artisti del Gruppo CoBrA, formato da pittori e scrittori attivi tra il Belgio, la Danimarca e i Paesi Bassi dal 1948 al 1951, il cui nome nacque da un acronimo delle tre città in cui il gruppo operò (Copenaghen, Bruxelles e Amsterdam). Fondatori del movimento furono gli scrittori belgi Christian Dotremont e Joseph Noiret, i pittori olandesi Karel Appel e Constant Anton Nieuwenhuys e il belga Cornelis van Beverloo, che avevano fatto parte del Gruppo Sperimentale, fondato ad Amsterdam qualche mese prima, e il pittore danese Asger Jorn. In seguito vi aderirono molti altri artisti, tra i quali Pierre Alechinsky. Nello spirito di un'arte collettiva, i confini tra la parola scritta e la pittura spontanea erano tutt'altro che rigidi: scrittori come Dotremont e Lucebert (Lubertus J. Swaanswijk) dipingevano, pittori come Corneille e Constant scrivevano. Il risultato fu una notevole sinergia di immagine e parola. Il gruppo CoBrA rifiutava la tradizione e si opponeva alla ricerca della bellezza e dell'armonia nell'arte. Sull'esempio di Jean Dubuffet, considerato un importante riferimento, si ispirava all'arte primitiva, ai disegni infantili e a quelli degli handicappati mentali. Le opere realizzate, fortemente espressioniste, puntano sulla mescolanza di resa cromatica ed effetto materico, e contengono sia elementi figurativi sia elementi simbolici. Le tecniche utilizzate erano spesso vicine a quelle dell'action painting americana e dell'arte informale. Sede del gruppo fu inizialmente il cosiddetto Cobrahuis, in Rue du Marais a Bruxelles; in seguito gli artisti si incontrarono soprattutto a Parigi. Nel sottotitolo dell'omonimo bollettino del gruppo, redatto da Dotremont (ne uscirono otto numeri), comparivano i nomi dei gruppi Host (Danimarca), Surréaliste-Révolutionnaire (Belgio) e Reflex (Paesi Bassi). I quaderni contenevano manifesti Cobra, articoli su cinema e arte popolare, poesie e scritti in prosa, accompagnati da litografie originali; furono inoltre pubblicate quindici monografie di artisti Cobra. Il gruppo organizzò una serie di mostre collettive, culminata nella provocatoria 'Prima mostra internazionale di arte sperimentale', che si tenne allo Stedelijk Museum di Amsterdam nel 1949 e che portò a una scissione del gruppo. All'ultima mostra, organizzata a Liegi alla fine del 1951, presero parte anche molti artisti esterni al gruppo, come Joan Miró e Alberto Giacometti. Tuttavia l'esposizione ebbe minor risonanza e di lì a poco CoBrA si sciolse. Tra le opere che nacquero dall'esperienza del movimento si ricordano Uomini e animali (1949) di Karel Appel e Terra bruciata I (1951) di Constant, entrambe conservate allo Stedelijk Museum. Cobra aprì la strada a una variante espressiva dell'arte informale e segnò il punto di partenza del gruppo SPUR, fondato nel 1957.

La mostra, corredata da cataloghi, immagini, documenti, video, resterà aperta fino al 7 marzo 2018.

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Orari dei Musei

Orario Museo
Giorno Orario
Martedì - Domenica  17:00 - 20:00
Aperture straordinarie e visite guidate per
gruppi e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
 
Giorno Orario
Martedì - Domenica 17,30 - 20,30 (ultimo ingresso 19,00)
Aperture straordinarie e visite guidate 
per gruppi (minimo 5 persone)
e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
Per maggiori informazioni, costi e per prenotare
le visite guidate contattare 
la segreteria al numero 0973-835014 
o scrivere a mig-biblioteca@libero.it

O

R

A

R

I

 

D

E

I

 

M

U

S

E

I

2013 - 2017 By Gennaro Chiorazzo with Pino Di Sario