Cambia Lingua

Italian English French German Portuguese Spanish

Il sito MIG usa cookies tecnici propri e/o di terzi per facilitare la navigazione o fornire un servizio all'utente.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookies.

Approvo
Top_mig.jpgTop_MIG_manca.jpgTop_Acamm.jpg

CONTE RILEGGE SANT’ANDEA AVELLINO, PORCARI PETRUCCELLI DELLA GATTINA

Al MIG di Castronuovo Sant’Andrea e alla Bibliomediateca di Moliterno

Giovedì 27 luglio 2017, alle ore 19.00, nelle sale del MIG. Museo Internazionale della Grafica di Castronuovo Sant’Andrea e della Bibliomediateca di Moliterno (per conto del MAM, Musei Aiello Moliterno), si inaugurano le mostre delle opere di Bruno Conte, realizzate dopo la lettura di Sant’Andrea Avellino (Castronuovo di Sant'Andrea, 1521Napoli, 1608), religioso dei Chierici Regolari Teatini, scrittore di Trattati, proclamato santo nel 1712 da papa Clemente XI, e delle opere di Ernesto Porcari, realizzate dopo la lettura di Ferdinando Petruccelli della Gattina (Moliterno, 1815 – Parigi,1890), giornalista, scrittore, patriota e politico.

 

La lettura rientra nell’impegno preso per ACAMM, il sistema dei Musei di Aliano, Castronuovo Sant’Andrea, Moliterno e Montemurro, relativo all’incontro con quattro personaggi di rilievo dei quattro paesi: Carlo Levi per Aliano (riletto da Giuseppe Capitano), Sant’Andrea Avellino per Castronuovo (riletto da Bruno Conte), Ferdinando Petruccelli della Gattina per Moliterno (riletto da Ernesto Porcari), Leonardo Sinisgalli per Montemurro (riletto da Guido Strazza). 

Conte, nella lettura dei tanti opuscoli di ascetica e di esegesi biblica di S. Andrea, è attratto dalla tenacia del Santo nel progredire sulla via della perfezione abbandonando ogni aspirazione di grandezza, dalla sua capacità di convinzione attraverso una intensa attività epistolare e, durante la vita e dopo la morte, dai suoi miracoli. 

Porcari, riscoprendo le qualità di giornalista moderno di Petruccelli della Gattina e la sua ostinazione a denunciare il malcostume della politica, ne apprezza l’adesione alle idee mazziniane, l’opposizione ai Borboni,  la partecipazione alle lotte contadine, e, soprattutto, l’amore della bandiera come idea di appartenenza.

Bruno Conte è nato a Roma nel 1939. Inizia la sua attività in campo figurativo con opere di carattere grafico astratto surreale. Espone alla VII (1955) e VIII (1960) Quadriennale di Roma. Nel 1956, alla XXVIII Biennale di Venezia.
È subito in relazione con la Galleria dell’Obelisco di Roma che lo presenta in mostre negli Stati Uniti. Tra il 1959 e il 1961 elabora immagini con testi poetici e sviluppa la sua parallela attività letteraria.

Nei primi anni ‘60 le pitture acquistano consistenza materica. Successivamente prevale una scelta oggettuale che si distingue nel tempo in concetti formali atti a definire delle emergenti immagini – evento. Una autonoma quasi scrittura vegetante viene suggerita nei suoi libri lignei, scrittura che tende a spegnersi nelle quasi pagine dei più recenti, essenziali metafisici, “paginari” a parete.

 

Ernesto Porcari è nato a Norma (Latina) nel 1951 e vive a Roma dal 1970. Dopo la laurea in medicina, negli anni Settanta dà avvio alle sue prime sperimentazioni nell'ambito pittorico come autodidatta e nel 1982 si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Roma dove frequenta il corso d'incisione diretto da Guido Strazza. Ha tenuto mostre personali in molte città italiane tra le quali Ferrara dove ha esposto nel Padiglione d'Arte Moderna e Contemporanea di Palazzo Massari. Molte le mostre collettive, in Italia e all'estero, e le partecipazioni a Premi quale il Biella del 1993, il Michetti del 1994, il Premio Marche del 1996, "Arte a Roma" del 1997 nel quale gli viene assegnato il premio-acquisto per la scultura. Nello stesso anno una sua opera viene acquisita dal Centro per la Scultura Contemporanea ubicato nella Torre Martiniana di Cagli.

 

 

Le mostre rimarranno aperte fino al 12 ottobre 2017.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Orari dei Musei

Orario Museo
Giorno Orario
Martedì - Domenica  17:00 - 20:00
Aperture straordinarie e visite guidate per
gruppi e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
 
Giorno Orario
Martedì - Domenica 17,30 - 20,30 (ultimo ingresso 19,00)
Aperture straordinarie e visite guidate 
per gruppi (minimo 5 persone)
e scolaresche su prenotazione
Giorni di chiusura: ogni lunedì, 1 gennaio, 25 dicembre, Pasqua
Per maggiori informazioni, costi e per prenotare
le visite guidate contattare 
la segreteria al numero 0973-835014 
o scrivere a mig-biblioteca@libero.it

O

R

A

R

I

 

D

E

I

 

M

U

S

E

I

2013 - 2017 By Gennaro Chiorazzo with Pino Di Sario